Testi

Carlo Buzzi: antologia pubblica (opere scelte: 1990/2013) | Testo di Nadia Lenarduzzi


Warning: A non-numeric value encountered in /homepages/22/d653782101/htdocs/clickandbuilds/BUZZI/wp-content/themes/herald/core/template-functions.php on line 193
Fino Mornasco
Fino Mornasco

I lavori dell’artista presenti alla Galleria Civica di Campione d’Italia, brandelli stracciati, tenacemente attaccati ai manifesti sottostanti, sono la dimostrazione di come il lavoro di un solo artista possa insinuarsi indisturbato nelle pieghe vitali della comunicazione pubblicitaria. Essa a sua volta è un tassello importante della  progressiva trasformazione che si sta operando del cittadino in consumatore. Muovendosi come un virus,  Carlo Buzzi, innesta il suo manifesto nel tessuto urbano e sociale, senza destare apparente scompiglio e andando ad alterare il DNA stesso dell’affissione: quella di riferirsi a qualcosa, un servizio, un prodotto, una promozione che può essere commercializzato. Intaccando il concetto di scopo si crea un corto circuito. Il passante  per strada che incontra il suo manifesto diventa, osservando,  parte dell’opera come efficacemente  testimoniano le immagini riprese lungo le strade; al tempo stesso può interrogarsi e attivare dubbi fecondi, attivati dai risvolti ironici e provocatori delle immagini che spesso ritraggono l’artista stesso. Intanto i manifesti contigui, ignari, accanto a quello di Buzzi, diventano a loro volta surreali  non più sicuri di chi realmente essi siano e della loro destinazione d’uso.

L’arte si fa storia e la storia diventa arte con le fotografie  dei diversi manifesti affissi nel territorio urbano. L’abbigliamento delle persone riprese nella via, le acconciature,  il tipo di automobili e gli edifici  dell’autore diventano un sorprendente documentario  che accompagna il visitatore in un viaggio  nel tempo fino ad oggi.

Luglio 2013,
Nadia Lenarduzzi

About the author

Artista Pubblico

Carlo Alberto Buzzi è un artista italiano, conosciuto per i suoi interventi di public art nel contesto urbano.

Modus operandi
Carlo Buzzi si serve degli strumenti propri della comunicazione pubblicitaria. Opera interventi che coinvolgono il contesto urbano. Normalmente utilizza il comune poster tipografico. Un significativo numero di manifesti viene esposto in pubblica affissione. L’operazione è documentata fotograficamente. Il lavoro sarà in seguito formalizzato grazie alla produzione di un numero limitato di “quadri” (riproduzioni fotografiche, manifesti “strappati”).